Menu

Tutti i nostri desideri

locandina tutti i nostri desideri
Condividi!

Regia: Philippe Lioret
Interpreti: Marie Gillain, Vincent Lindon, Armandine Dewasmes, Yannick Renier
Anno di produzione: 2011
Durata: 120′
Tipologia: Lungometraggio
Genere: Drammatico
Paese: Belgio

La storia: Non è forse un’ingiustizia che una giovane donna di 32 anni, madre di due figli, generosa e disponibile con una madre difficile e problematica e con un marito alla ricerca di se stesso, debba morire per un glioblastoma? Se lo chiede la stessa protagonista, la bella ed elegante Claire, giovane magistrato di Lione, confidando ormai in ospedale tutta la propria ansia a Stéphane, giudice esperto e disincantato. Proprio lei, amante appassionata della giustizia, deve rinunciare a veder crescere i suoi figli, quando ancora non ha visto realizzarsi nemmeno la metà dei propri desideri.

Certo, è un’ingiustizia, sul piano umano ed esistenziale. Compensata in parte, ma significativamente, dal successo che la sua azione coscienziosa e caritatevole ha innescato. Un giorno davanti a lei, in tribunale, era comparsa la madre di una compagna di classe di sua figlia, strangolata dal sovraindebitamento.
Coinvolto Stéphane nella sua battaglia contro le derive del credito al consumo, Claire intraprende una lotta apparentemente persa in partenza. Ma l’intelligenza e la professionalità, quando guidate dalla misericordia e dalla compassione per gli altri, riescono a volte a cambiare le cose. La sconfitta esistenziale personale, persa contro una malattia indomabile, trova così riscatto nella vittoria intersoggettiva della giustizia.

Un buon film, con un solido legame nella quotidianità del vivere, dei sentimenti e delle prove della vita. Il tumore cerebrale viene diagnosticato a Claire quando ormai è indomabile: radio e chemioterapia potrebbero solo procrastinare di pochi mesi la morte ed è per questo che Claire, pacatamente, rifiuta le cure. Claire sceglie di non lasciare ai propri bambini un’immagine devastata di sé ed accetta soltanto la morfina che un’oncologa coscienziosa e partecipe non le lesina.

Nel film sono esplicitate tutte le fasi della malattia: le analisi, la diagnosi, la proposta di cura con Temodal e radioterapia. Emerge anche un più che corretto e rispettoso rapporto tra i terapeuti e la malata. Un film che certo non sfigura nella rassegna di Oncomovies.

Trailer

0 commenti