Menu

Fattori di rischio

Fattori di rischio

Il vomito è una reazione naturale del corpo volta ad espellere delle sostanze nocive dallo stomaco. È controllato da un’area del cervello chiamata centro del vomito.
Le pareti dello stomaco inviano a questo centro dei segnali chimici, che fanno stare male e poi vomitare.
I farmaci usati durante la chemioterapia possono stimolare questo processo in due modi: possono agire sulle pareti dello stomaco, che a loro volta inviano segnali chimici al centro del vomito, oppure possono stimolare direttamente il centro del vomito.

Almeno 8 persone su 10 dopo la chemioterapia soffrono di nausea e vomito. Le probabilità che si possa soffrirne aumentano in presenza di alcuni fattori di rischio:

  • il tipo di chemioterapia
  • la sua entità
  • alcuni fattori personali

Le tipologie di chemioterapia classificate per rischio di nausea e vomito, si classificano per potenziale d’insorgenza espresso in percentuale:

  • ad alto potenziale di insorgenza di CINV: nel 90% dei pazienti
  • a potenziale medio di insorgenza di CINV: dal 30% al 90% dei pazienti
  • a basso potenziale di insorgenza di CINV: dal 10% al 30% dei pazienti
  • a potenziale minimo di insorgenza di CINV: in meno del 10% dei pazienti

Oltre al tipo di chemioterapia e alla sua entità, esistono fattori personali che determinano il rischio di soffrire di nausea e vomito da chemioterapia.
Per stabilire quali fattori di rischio applicare al tuo caso e condividerli con il medico o con l’équipe di cura, usa il nostro strumento interattivo.