Menu

Dialogo con il medico

Il ruolo dell’oncologo è di primaria importanza durante tutto il percorso di malattia e non bisogna provare né paura né imbarazzo nel porre allo specialista tutte le domande a cui si vorrebbe trovare una risposta.

Del tema della nausea e del vomito indotti da chemioterapia, molti pazienti, seppure spaventati dalla prospettiva di questo diffuso effetto collaterale, tendono a non fare menzione durante i colloqui sulla terapia.

“Se vomito vuol dire che il farmaco sta facendo effetto!”, “Tanto non si può evitare…”, “E se per evitare la nausea o il vomito mi desse un farmaco meno aggressivo ma meno efficace?”.
Questi sono solo alcuni dei falsi miti che in tema di nausea e vomito da chemioterapia spingono il paziente a non confrontarsi con l’oncologo.

Mettendoci nei vostri panni abbiamo intervistato alcuni specialisti per rompere l’ostinato tabù restituendovi di questa problematica gli aspetti più reali e gli strumenti utili per affrontarla o prevenirla in modo efficace.