Menu

Lezioni di bellezza

Trucco, painting e foulard sono i segreti per mantenere al meglio la femminilità, nonostante gli effetti collaterali che la chemioterapia può causare.
Tre tecniche che potrai imparare con questo video tutorial realizzato insieme allo staff di Medicare Onlus: l’oncologo Giuseppe Bannae la psiconcologa Sonia La Spina (Ospedale Cannizzaro di Catania), la stilista Marella Ferrera ed il make up artist Maurizio Calcagno.

Un grazie speciale va ad Elisa, la modella di questo tutorial, che ha voluto mettere la sua esperienza al servizio di chi ancora affronta il proprio percorso di cura contro il cancro.

Consigli utili

  • I capelli ricrescono sempre: è consigliabile tagliarli corti prima di iniziare il trattamento
  • Acquistare subito una parrucca o un copricapo originale
  • Spazzolare i capelli con delicatezza
  • Usare spazzole a setole morbide
  • Non utilizzare fonti di calore elettrico per l’asciugatura
  • Utilizzare shampoo delicati
  • Usare cuffie raffreddanti prima, durante e dopo la terapia

DA SAPERE

La perdita dei capelli causata dalla chemioterapia è un effetto temporaneo. I capelli ricrescono al termine del trattamento e a volte anche prima.

Non tutti i chemioterapici hanno come conseguenza questo effetto e non sempre la perdita è massiccia (alopecia), a volte la caduta è parziale. Dipende dal farmaco usato, dal dosaggio e dalla sensibilità individuale. In genere, la caduta comincia dopo due settimane dall’inizio del trattamento e raggiunge il massimo entro i due mesi. I capelli cadono a ciocche mentre vengono pettinati o restano sul cuscino.

Anche se i capelli non cadono la chemioterapia li indebolisce. Sono sconsigliate le tinte a base di ammoniaca, possibili invece quelle a base di pigmenti naturali.

No alla permanente.